linkedin collector

Storia di applicazione: Bracci robotici

Le sfide attuali dei bracci robotici

I sistemi di automazione industriale si stanno espandendo in diverse aree delle applicazioni di assemblaggio, imballaggio e manipolazione dei materiali. I bracci robotici articolati devono essere ridimensionati per occupare meno spazio, ma devono anche gestire un carico utile sufficiente senza sacrificare le prestazioni. In molte applicazioni di bracci robotici, la sicurezza è un requisito fondamentale, incluse le funzioni di arresto di sicurezza, la ridondanza del segnale e temperature di esercizio basse per prevenire gli infortuni.

La soluzione?

Migliora le prestazioni

Riduci la complessità

Lavora con un minore surriscaldamento del sistema

Migliorare le prestazioni

Tramite la rimozione della necessità di componenti meccanici aggiuntivi come gli ingranaggi o i raccordi flessibili, la tecnologia del motore ad azionamento diretto di Genesis offre l’assenza di contraccolpo, un’elevata rigidità, tempi di assestamento più rapidi e una maggiore accuratezza per le applicazioni di bracci robotici che richiedono una precisione elevata. I sistemi con motori ad azionamento diretto traggono inoltre vantaggio da una minore perdita di potenza causata dall’inefficienza della scatole del cambio. Il design dei motori Genesis caratterizzato da una coppia più elevata e da una minore inerzia consente ai bracci robotici di ottenere una più veloce accelerazione per un rendimento maggiore e una decelerazione rapida per gli arresti di emergenza.

Ridurre la complessità e il costo

I motori ad azionamento diretto sono progettati per essere semplici. Nonostante di norma presentino costi iniziali maggiori, il costo di proprietà è notevolmente più basso rispetto a quello di un motore a ingranaggi durante la vita utile del sistema, grazie alla riduzione del numero di componenti. Poiché la coppia è inclusa nella scatola del cambio, la frizione crea calore e usura il dente dell’ingranaggio nel tempo. Una maggiore temperatura interna riduce la viscosità del grasso degli ingranaggi. A ogni contatto dei denti degli ingranaggi, questi ultimi si usurano e il contraccolpo aumenta. Entrambi gli effetti riducono il tempo medio prima che si verifichi un guasto (MTBF) del motore a ingranaggi che richiede una sostituzione più frequente e un costo della proprietà più elevato. Grazie a una semplice soluzione con coppia elevata ad azionamento diretto, non è più necessario sacrificare le prestazioni per il costo.

Lavorare con un minore surriscaldamento del sistema

I motori ad azionamento diretto di Genesis sono progettati con costanti del motore (Km) superiori. Per una determinata quantità di coppia, un motore con Km elevata può funzionare a una temperatura più bassa. Ciò è fondamentale per i bracci robotici che vengono utilizzati vicino alle persone. Solitamente, le temperature di contatto esterne dei bracci robotici devono essere pari o inferiori a 60 °C per rispettare gli standard di sicurezza. Nonostante sia necessario declassare il motore per compensare la temperatura di avvolgimento più bassa, è comunque possibile raggiungere una coppia elevata con la tecnologia unica del motore di Genesis.

Visita la nostra pagina sul motore ad azionamento diretto alloggiato LDD, la nostra pagina sul motore ad azionamento diretto senza telaio LDX oppure contattaci per maggiori informazioni.

Close

Subscribe to the Genesis Newsletter

You can unsubscribe at any time by clicking the link in the footer of our emails. For information about our privacy practices, please visit our website.

We use GetResponse as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to GetResponse for processing. Learn more about GetResponse's privacy practices here.